Cos'è

Il servizio prevede la realizzazione di arredi su suolo pubblico per valorizzare le numerose attività commerciali presenti nel centro storico al fine di armonizzare gli elementi di arredo con lo spazio urbano e le sue bellezze architettoniche e monumentali

A chi si rivolge

Destinatari

Proprietari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande del centro storico che intendano ampliare la loro attività mediante l'installazione di arredi attraverso la modalità di occupazione di suolo pubblico o di aree private gravate da servitù di uso pubblico.

Chi può presentare

  • Privato cittadino;
  • società e/o imprese individuali.

Accedi al servizio

Come si fa

Occorre preventivamente inviare la domanda di occupazione suolo pubblico all'ufficio canone occupazione spazi e aree pubbliche (COSAP) corredata della documentazione di seguito elencata.

Cosa si ottiene
Parere di conformità al vigente regolamento dei dehor ed arredi nel centro storico

Cosa serve

  • elaborato progettuale comprensivo di planimetria, prospetti e sezione del dehors;
  • relazione tecnica e descrittiva dei materiali impiegati per gli arredi e delle soluzioni progettuali;
  • dichiarazione del rispetto della normativa in merito alle barriere architettoniche;
  • documentazione fotografica della facciata dell'edificio adiacente al dehors o del contesto in cui si andrà ad inserire.

Costi e vincoli

la progettazione dovrà essere fatta nel rispetto del regolamento per la disciplina degli arredi e dei dehors nel centro storico approvato con deliberazione di Consiglio Comunale N.12 del 03/03/2016.

Il parere da parte dell'ufficio è subordinato al rilascio della necessaria autorizzazione ai sensi dell’art.21 D.Lgs. n.42 del 22/01/2004 da parte della competente Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini

Tempi e scadenze

Entro 30 giorni dalla presentazione, l'ufficio darà luogo:

  • alla richiesta di integrazione di documenti o di chiarimenti, con sospensione del termine suddetto;
  • all'invio in soprintendenza al fine di ottenere la rispettiva autorizzazione ai sensi della L. 42/2004, con sospensione del termine suddetto;
  • al rilascio del parere di competenza che potrà essere assoggettato a particolari condizioni indicate nell'Autorizzazione della Soprintendenza.

Nota Bene
La Soprintendenza, a seguito dell'invio della documentazione progettuale, rilascia entro 120 giorni dalla data di ricezione della richiesta la relativa autorizzazione o atto di diniego all'installazione.

Casi particolari

Soluzioni innovative, al di fuori di quelle previste nel regolamento, potranno essere concordate preventivamente dalla competente Soprintendenza e l'unità organizzativa Qualità Urbana

Area di riferimento

Uffici

Qualità urbana
Via Rosapina 21, 47922 Rimini
Orari:

martedì 10:00 - 13:00
giovedì 10:00 - 13:00

Telefono:

+39 0541 704717
+39 0541 704902
+39 0541 704934

PEC:
dipartimento3@pec.comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

03/03/2021, 11:56