Aspettando l’Aroldo: sabato 24 luglio alle 21.30 al Teatro Galli l’incontro di approfondimento sull’opera verdiana

Era il 16 agosto 1857 quando Rimini salutava l’apertura del suo Nuovo Teatro ospitando un evento unico: il debutto di Aroldo.

Era il 16 agosto 1857 quando Rimini salutava l’apertura del suo Nuovo Teatro ospitando un evento unico: il debutto di Aroldo.

L’unica opera verdiana scritta espressamente per l’inaugurazione di un nuovo teatro in Italia.
Il 27 e 29 agosto 2021, 164 anni dopo quella prima, l’Aroldo tornerà nel luogo dove tutto iniziò, grazie ad un inedito allestimento nel quale la trama del melodramma verdiano incrocia la storia del Teatro che per primo lo accolse.   

Verdi, Aroldo, Rimini, il suo teatro: una storia straordinaria, fatta di esordi, successi, silenzi e rinascite, che sarà ripercorsa e raccontata in un incontro di approfondimento dedicato al pubblico in programma sabato 24 luglio alle 21.30 al Teatro Galli. Ad accompagnare i presenti attraverso la storia di Aroldo saranno il giornalista Luca Baccolini ed Emilio Sala, regista insieme ad Edoardo Sanchi di un nuovo allestimento che rileggerà Aroldo attraverso le lenti della contemporaneità. Un incontro di preparazione all’atteso debutto di “Aroldo”, che il 27 e 29 agosto segnerà il ritorno della stagione della grande lirica al Teatro Galli.  

L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. È richiesta la prenotazione:
via e-mail a lirica.teatrogalli@comune.rimini.it
o per telefono ai numeri 0541 704294 - 704296 da lunedì a venerdì.  

Ultimo aggiornamento

04/08/2021, 10:57