Verde privato: procedura di abbattimento alberi privati

interventi su alberature private

N.B.
Si informa che per motivi contabili dell'Ente non sarà possibile procedere alla restituzione dei depositi cauzionali prima di 6 (sei) mesi dalla richiesta di restituzione che dovrà esse obbligatoriamente presentata con il nuovo modulo di richiesta svincolo

 

Cos'è

Permette al cittadino che intenda abbattere alberi all'interno della sua proprietà o riqualificare l'area di pertinenza del fabbricato con un progetto del verde, di ottenere la necessaria autorizzazione in conformità al vigente regolamento del verde pubblico e privato.

A chi si rivolge

Destinatari

L'utente potrà comunicare l'abbattimento o richiedere l'autorizzazione all'U.O. Qualità Urbana e Verde attraverso la presentazione di:

domanda di abbattimento, per i seguenti motivi:
  • danni alla proprietà privata;
  • taglio di rami o radici a seguito di interventi edilizi con conseguente possibile pericolosità delle pianta;
  • pericolosità per la pubblica e privata incolumità;
  • sentenza giudiziaria;
  • adeguamento a disposizioni di Legge;
  • potature in deroga all'art.4 del regolamento.
comunicazione di abbattimento per i soli motivi di:
  • Morte dell'albero stesso;
  • sentenza giudiziaria (allegare sentenza);
  • adeguamento a disposizioni di Legge;
  • pericolo "immediato" per la pubblica e privata incolumità;

Chi può presentare

  • privato cittadino
  • società
  • amministratori di condominio

Accedi al servizio

Come si fa

La domanda di autorizzazione o la comunicazione di abbattimento, debitamente compilata, sottoscritta e corredata di tutta la documentazione prevista, potrà essere inviata digitalmente all'indirizzo PEC:

dipartimento3@pec.comune.rimini.it

oppure

consegnata a mano al protocollo generale con sede in Piazza Cavour, 158

Cosa serve

  • Modulo di domanda o comunicazione di abbattimento debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal richiedente;
  • Documentazione fotografica dimostrativa delle motivazioni addotte per l'abbattimento della pianta;
  • Indicazione planimetrica della posizione della/e pianta/e da abbattere rispetto alla strada ed ai fabbricati unitamente all'ubicazione delle piante da ripiantumare in sostituzione;
  • in caso di intralcio di pubblico servizio sarà necessaria la dichiarazione degli Enti erogatori di Servizi o del Tecnico incaricato;
  • in caso di pericolosità della pianta è necessaria la relazione sullo stato vegetativo della/e alberatura/e redatta dal tecnico del settore iscritto all'albo professionale;
  • copia del documento di identità valido del richiedente;

Costi e vincoli

L'importo del bollo per la domanda di abbattimento è di Euro 16, più ulteriore bollo di Euro 16 per il rilascio dell'autorizzazione.

in caso di impossibilità certificata a ripiantumare dovrà essere versata una somma pari al valore ornamentale dell’albero, aumentata del costo di messa a dimora, calcolata dall'ufficio verde come disposto dall'allegato "A" del regolamento del verde.

Per la comunicazione di abbattimento è sufficiente l'istanza in carta semplice compilando il modulo Comunicazione abbattimento albero privato ma dovrà essere versta una somma pari ad euro 258, 23 (deposito cauzionale a garanzia della ripiantumazione) per albero da abbattere nelle modalità (PagoPA) e tempi predisposti dall'ufficio verde.
per ulteriori informazioni sulle modalità di pagamento "PgaoPA" contattare l'Ufficio Verde ai numeri di telefono sopra indicati

Per la richiesta di svincolo del deposito cauzionale versato sarà necessario allegare il modulo di richiesta di restituzione deposito unitamente a fotografie a colori che attestino l'avvenuto attecchimento delle alberature.


N.B.
per quanto riguarda la relazione relativa allo stato vegetativo delle alberature e la loro pericolosità, si chiede che la stessa venga sottoscritta e timbrata da un tecnico professionista del settore abilitato ed iscritto al rispettivo Albo\ Ordine Professionale ed integrata mediante strumenti di valutazioni scientifici e oggettivi (es. V.T.A., prove strumentali, etc…) e che classifichi la pianta oggetto di valutazione in classe "D" (gravità elevata)
per maggiori info su ordine agronomi o albo periti agrari consultare la sezione denominata "SITI ESTERNI"

Tempi e scadenze

Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda di abbattimento, l'Ufficio darà luogo:

  • alla richiesta di integrazione di documenti o di chiarimenti, con sospensione del termine suddetto;
  • al rilascio dell'autorizzazione, la quale potrà essere assoggettata a particolari condizioni;
  • al diniego, ai sensi della Legge 241/90, per mancanza documentazione tecnica o per motivazioni insufficienti a giustificarne l'abbattimento.

Per quanto riguarda la comunicazione di abbattimento, dato il carattere di urgenza, la stessa avrà efficacia immediata dopo la sua presentazione a condizione che sia formalmente completa e venga versato il relativo deposito cauzionale in conformità con le ultime disposizioni normative in materia (PagoPA)

Casi particolari

La domanda di autorizzazione o comunicazione che non preveda la sostituzione della pianta abbattuta, dovrà essere debitamente relazionata e motivata.
Inoltre andrà versata una somma pari al valore ornamentale  del/degli albero/i in abbattimento, calcolata dall'ufficio come disposto dall'allegato A del Regolamento del Verde Privato, aumentato del costo di messa a dimora e notificata al richiedete successivamente alla presentazione dell'istanza

Per quanto riguarda gli alberi di platano l'abbattimento dovrà di essere effettuato in ottemperanza dalla normativa regionale in merito (D.M. 29/02/2012 ss. mm. ii.)

Per le aree soggette a tutela paesaggistica dovrà essere rispettato quanto disposto dagli artt. 136 e 139 dal D.lgs. 42/2004 in combinato disposto con quanto indicato al punto A14 dell'allegato "A" al D.P.R. 31/2017. L'autorizzazione all'abbattimento non costituisce nulla-osta a lavori che interessino immobili o aree sottoposti alla menzionata disciplina.

Ulteriori informazioni

Gli abbattimenti, salvo casi di particolare urgenza valutati dall'Ufficio, non devono essere eseguiti nel periodo compreso tra Marzo e Luglio in cui avviene la riproduzione dell'avifauna.

I danneggiamenti, ovvero tutte le attività che direttamente o indirettamente possono compromettere l'integrità fisica e lo sviluppo delle piante e gli abbattimenti eseguiti senza autorizzazione, saranno sanzionati.

Gli esemplari abbattuti dovranno essere sostituiti con alberi di buona qualità e ben avviati. La dimensione dei fusti dovrà avere una circonferenza minima di:
•    20-22 cm. per le specie di 1° e 2° grandezza;
•    10-15 cm. per le specie di 3° grandezza.

E' fatto obbligo al titolare della domanda, al fine della chiusura della pratica, di comunicare a questo Ufficio prova dell’avvenuta piantumazione dei nuovi alberi (che dovrà avvenire entro un anno dalla data di protocollo della medesima) producendo una relazione con allegate delle fotografie a colori che ne attestino l'avvenuto attecchimento.

Area di riferimento

Uffici

Verde pubblico e privato
Via Rosaspina 21, 47922 Rimini
Orari:

A causa dell'emergenza covid19 si invitano i cittadini ad inoltrare le istanze alla casella di PEC.

Per informazioni in merito a procedure o istanze è possibile contattare l'ufficio telefonicamente:

lunedì 10:00 - 13:00
martedì 10:00 - 13:00

giovedì 10:00 - 13:00
venerdì 10:00 - 13:00

Il ricevimento previsto nei giorni di martedì e giovedì è temporaneamente sospeso, sarà possibile solo previo appuntamento concordato con l'ufficio.

Telefono:

+39 0541 704717
+39 0541 704902
+39 0541 704934

PEC:
dipartimento3@pec.comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

30/11/2021, 10:04