Cos'è

Dopo la cremazione, le ceneri, raccolte all'interno dell’urna cineraria (che riporta su una targhetta i dati del defunto), possono essere sepolte, affidate o disperse, secondo specifiche e distinte autorizzazioni.

Il Consiglio Regionale nel 2004 ha approvato una legge che stabilisce che la dispersione delle ceneri non è più reato. Le ceneri del defunto, che finora potevano essere conservate solo nel cimitero, potranno essere affidate alla famiglia e tenute in casa se lo si desidera, oppure, in base alla volontà scritta dell'interessato, possono essere disperse in aree private o in natura, compresi fiumi e mari.

 

Accedi al servizio

Come si fa

L'autorizzazione all'affidamento ed alla dispersione delle ceneri
viene rilasciata in base alla volontà espressa per iscritto in vita dal defunto (volontà testamentaria, dichiarazioni autografe, dichiarazioni sottoscritte esplicitamente a tal fine o altre forme di volontà espresse innanzi a pubblici ufficiali);

In mancanza di disposizioni scritte, la volontà potrà anche essere riferita dal coniuge, se presente, unitamente a tutti i parenti di primo grado mediante dichiarazione scritta.

  • Dispersione delle ceneri

La dispersione delle ceneri nel territorio comunale, è consentita nei seguenti luoghi:

  • in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa ad esclusione del periodo dal 1 maggio al 30 settembre;
  • in natura a oltre 200 metri da centri abitati o insediamenti produttivi;
  • in aree private all'aperto, con il consenso dei proprietari, purchè fuori dai centri abitati;
  • in fiumi nei tratti liberi da manufatti e da natanti;
  • all'interno del Civico Cimitero in apposita area denominata "Giardino delle Rimembranze".

 

  • Affidamento delle ceneri

L'urna dovrà essere conservata in un luogo idoneo a garantirne la sicurezza da ogni profanazione.

Il luogo di conservazione deve coincidere con la residenza dell’affidatario, ovvero il titolare dell’autorizzazione.

L'affidatario si impegna a custodire l'urna secondo le vigenti disposizioni di legge e a non affidarla ad altre persone neppure temporaneamente;
a comunicare, entro 30 giorni, ogni variazione del luogo di residenza o di conservazione dell'urna all'ufficio di stato civile del Comune;

a trasferire l'urna presso un cimitero comunale nel caso venga meno, per qualsiasi motivo, la disponibilità dell'affidatario alla conservazione delle ceneri presso la propria abitazione.
 

 

 

Cosa serve

  • per affidamento dell'urna contenente le ceneri: 
    presentare la richiesta all'ufficio di stato civile utilizzando il modulo allegato;
  • per autorizzazione alla dispersione delle ceneri: 
    presentare la richiesta all'ufficio di stato civile utilizzando il modulo allegato.

Costi e vincoli

2 marche da bollo da € 16,00

Area di riferimento

Uffici

Stato civile
Via Marzabotto 25 - 47922 Rimini
Orari:

lunedì 8:00 - 12:00
martedì 8:00 - 12:00
mercoledì 8:00 - 12:00
giovedì 8:00 - 12:00
venerdì 8:00 - 12:00

l'ufficio è aperto al pubblico solo su appuntamento (per il rilascio degli estratti si può accedere allo sportello n. 13 senza appuntamento)

Per prenotazioni telefonare dalle 8:30 alle 13:30 ai numeri sotto indicati

Telefono:

+39 0541 793962 (matrimoni)
+39 0541 793961 (cittadinanze e nascite)
+39 0541 793960 (separazioni e divorzi)
+39 0541 793930 (polizia mortuaria)

Email:
statocivile@comune.rimini.it
PEC:
direzione1@pec.comune.rimini.it
Cimiteriale
Piazzale Umberto Bartolani 1 - 47922 Rimini
Orari:

lunedì 7:30 - 12:00
martedì 7:30 - 12:00
mercoledì 7:30 - 12:00
giovedì 7:30 - 12:00
venerdì 7:30 - 12:00
sabato 7:30 - 12:00

Telefono:

+ 39 0541 793800

 

Email:
cimiteri.comunali@comune.rimini.it
PEC:
direzione1@pec.comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

11/07/2022, 10:25