Cos'è

Il progetto No Tax Area per il triennio 2019 – 2021 si presenta come un articolato pacchetto di misure a favore del settore commerciale e produttivo.

Il tratto comune a tutte le misure consiste nello strumento tecnico adottato come incentivo: si tratta in ogni caso dell’erogazione di contributi economici a fondo perduto, di entità rapportata ai tributi locali pagati al Comune di Rimini (in un caso residuale, il contributo può essere concesso anche a fronte di spese di avviamento diverse dai tributi locali).

Per tutti i beneficiari, quindi, lo schema di funzionamento dell’agevolazione è il medesimo. I tributi devono essere integralmente pagati prima di presentare la domanda con la rendicontazione; il Comune, secondo i casi, e verificati i requisiti del richiedente, concede una somma di denaro uguale ai tributi versati o a una parte di questi.

Per il resto, le misure adottate differiscono sotto molti aspetti.

La procedura inizia con un Avviso pubblico, redatto secondo le indicazioni delle Linee Guida approvate dalla Giunta comunale (documento scaricabile dal link in calce). L'Avviso contiene tutte le specifiche del caso e deve essere considerato l’unico riferimento a cui ricorrere per le informazioni giuridicamente rilevanti.

A solo scopo di informazione e chiarimento, i principali contenuti del progetto sono illustrati nelle pagine a cui si può accedere dai collegamenti a pié di pagina.

______________________________________

Le pagine dedicate agli Avvisi Pubblici No Tax Area 2019 e No Tax Area 2020, che contengono la documentazione disponibile e gli aggiornamenti relativi ai procedimenti di concessione dei contributi (moduli, provvedimenti dirigenziali, ecc.) sono raggiungibili dai collegamenti al paragrafo "Siti esterni", più in basso

 

A chi si rivolge

Destinatari

  • Nuove imprese (Start-Up);
  • proprietari di immobili a destinazione commerciale o produttiva;
  • imprese esercenti botteghe storiche (iscritte nell'albo comunale);
  • imprese esercenti rivendite esclusive di giornali e riviste (edicole).

Accedi al servizio

Come si fa

L’agevolazione No Tax Area segue una cadenza annuale: anche se l’Avviso pubblico è unico per tutto il triennio, ogni anno sono stanziate nuove risorse nel bilancio comunale, si apre e si chiude il “periodo di riferimento”, sono calcolati i contributi ed eseguite le liquidazioni.

Per questa ragione, anche la domanda di contributo deve essere presentata per ogni anno in cui gli interessati aspirano ad ottenere il contributo economico; oltre a comunicare gli estremi di identificazione e - importante! - i recapiti di contatto dei richiedenti, e le eventuali modifiche, la domanda servirà per attestare annualmente il perdurare dei requisiti previsti per il beneficio e l’ammontare delle spese sostenute nel periodo di riferimento che devono essere incluse nel calcolo.

Cosa serve

La domanda:

  1. deve essere redatta esclusivamente utilizzando il modello approvato con l’Avviso pubblico, compilato in ogni parte e sottoscritto con firma digitale o autografa (in quest’ultimo caso bisogna allegare copia di un documento di riconoscimento del firmatario in corso di validità); 

  2. deve essere inviata a mezzo di PEC posta elettronica certificata all'indirizzo 
    sportello.unico@pec.comune.rimini.it
    indicando nell’oggetto del messaggio la frase “richiesta di contributo economico No Tax Area 2018 – Finalità n… (da 1 a 4)”; solo i privati diversi dalle imprese e dagli altri soggetti tenuti all’iscrizione nel Registro delle Imprese hanno facoltà di presentare la domanda di persona presso l’Ufficio amministrativo del Settore Sistema e Sviluppo Economico, oppure di spedirla per posta ordinaria (raccomandata AR);

  3. deve essere inviata solo quando l’impresa ha maturato tutti i requisiti e soddisfatto tutte le condizioni per l’ammissione al contributo, comunque non prima del 1 marzo e non oltre la data di scadenza (10 novembre per la finalità n. 1, 10 gennaio per le altre); questa condizione implica che la domanda sia presentata solo una volta che siano stati integralmente pagati i tributi locali di cui si chiede il rimborso.

Costi e vincoli

La domanda sconta l’imposta di bollo nella misura di 16,00 euro, da versare mediante acquisto di un contrassegno.

Salvo il caso di presentazione in formato cartaceo (solo privati non iscritti nel Registro Imprese), l’immagine digitale del contrassegno, acquisita mediante scanner o altro dispositivo idoneo, deve essere inserita nel documento elettronico contenente la domanda, e deve inoltre essere correttamente compilata la dichiarazione integrata nel modulo di domanda.

Tempi e scadenze

Apertura domande No Tax Area 2021

Termine di presentazione Finalità 1 (Start-Up)

Termine di presentazione Finalità 2, 3 e 4

Il termine per la presentazione delle domande relative alla finalità 1 (Start-Up) scade il 10 novembre (prossima scadenza 10.11.2021) e per le altre tre finalità il 10 gennaio (prossima scadenza 10.01.2022). 

Casi particolari

Nuove imprese

Per le imprese di nuova costituzione o di nuovo insediamento nel Comune di Rimini, il progetto No Tax Area 2019 – 2021 propone tre distinte configurazioni. Consultare la scheda dedicata Finalità 1 - Start-up di impresa (link in calce alla pagina).

Le configurazioni sono perfettamente alternative: è sufficiente soddisfare i requisiti di una sola, e rientrare eventualmente in due di loro non conferisce alcun vantaggio.

Valorizzazione del Centro Storico e dei Borghi
Il contributo è concesso, innanzi tutto, alle imprese che aprono un negozio o un pubblico esercizio nell’area urbana corrispondente al “Centro Storico” e ai “Borghi” della città di Rimini.

Promozione dello sviluppo occupazionale
Il contributo è concesso a fronte della creazione di nuovi rapporti di lavoro presso una impresa in fase di start-up.

Sostegno all’imprenditoria giovanile
Infine, ottengono il contributo le iniziative imprenditoriali avviate da persone con una età inferiore ai 40 anni.

 

Imprese già radicate nel territorio

Il pacchetto No Tax Area propone alle imprese e attività radicate nel territorio diverse alternative per accedere al contributo economico o ai vantaggi connessi.

Rinegoziazione degli affitti
Non ricevono alcun contributo, ma godono di una riduzione sul canone di affitto del negozio tra il 20% e il 30%, le microimprese e le piccole imprese con locali aperti al pubblico per il commercio al dettaglio (esercizi di vicinato) o altri tipi di vendita (tabacchi, giornali e riviste, prodotti artigianali alimentari e non), se il proprietario dei locali in cui esercitano accetta di rinegoziare il contratto al ribasso. In cambio, il Comune riconosce al proprietario stesso un contributo pari a metà o a tutto l’importo dell’IMU (dipende dall’entità della riduzione concessa). Condizione di accesso, che l'impresa conduttrice oppure il negozio esistano da almeno 5 anni. Consultare la scheda dedicata a Finalità 2 - Negozi aperti vetrine illuminate (link in calce alla pagina).

Botteghe storiche
Le imprese iscritte nell’Albo comunale delle Botteghe Storiche ottengono su domanda un contributo pari alla TARI versata. Il procedimento di iscrizione, che può durare fino a 90 giorni, deve essere concluso prima del 31 dicembre dell'anno di versamento della TARI di cui si richiede il rimborso. Consultare la scheda dedicata a Finalità 3 - Botteghe Storiche (link in calce alla pagina).

Edicole
Alle rivendite di giornali e riviste che si attrezzano per il rilascio di certificazioni dell’anagrafe del Comune di Rimini, ottenute mediante collegamento telematico, è concesso un contributo economico “No Tax Area” pari alla TARI regolarmente versata. Per l'attivazione di "Punti Digitali" è previsto che il Comune di Rimini stipuli una convenzione-quadro con una o più organizzazioni rappresentative della categoria. Consultare la scheda dedicata a Finalità 4 - Edicola Punto Digitale (link in calce alla pagina).

 

Servizi correlati

Area di riferimento

Uffici

Gestione amministrativa e sostegno alle attività economiche
Via Francesco Rosaspina 7, piano 4 - 47923 Rimini
Orari:

Per accedere all'Ufficio non è possibile utilizzare l'entrata di via Rosaspina 7; necessario entrare dall'ingresso di via Rosaspina 21.

Per la migliore gestione degli accessi, è gradito fissare preventivamente un appuntamento.

lunedì 10:00 - 13:00
martedì 10:00 - 13:00
giovedì 10:00 - 13:00
venerdì 10:00 - 13:00

Telefono:

+39 0541 704671 (Giuseppe Mazzarino, Susanna Michela Gambi)
+39 0541 704362 (Protocollo Luigi Luisé, Mariachiara Giavolucci)

Email:
attivita.economiche@comune.rimini.it
PEC:
sportello.unico@pec.comune.rimini.it

Ultimo aggiornamento

28/05/2021, 11:45